Sinusitis With Orbital Cellulitis And Optic Neuritis (Part 1)




CLICK HERE for the Cellulite Destroyer method!

A left hemipansinusitis with orbital cellulitis and optic neuritis not responsive to i.v. antibiotics was operated to remove residual disease after a previous intervention at another institution.
Surgical steps of the intervention are described
Il video descrive l’intervento di un paziente sottoposto a revisione di svuotamento dei seni paranasali per emipansinusite sinistra, con cellulite orbitaria e nevrite ottica.
1’44” – Step 1: asportazione del terzo anteriore ed inferiore del turbinato medio sinistro
2’10” – Step 2: identificazione (con sinus seeker) ed asportazione (con curette) della parete antero-inferiore dell’agger nasi
2’54” – Step 3: asportazione della parete mediale dell’agger nasi con microdebrider e pinze di Blakesley per prevenire la stenosi post-operatoria
4’10” – Step 4: la rimozione della parete posteriore dell’agger nasi con microdebrider (o con una curette) apre l’accesso al seno frontale
4’59” – Step 5: la fresa angolata a 70° asporta il nasofrontal beak, aprendo un approccio tipo Draf 2B al seno frontale
5’26” – Step 6: sotto il controllo della vista si raggiunge il basicranio laddove diventa orizzontale, a livello del tetto etmoidale
6’21” – Girando l’endoscopio a 45° verso la meatotomia aperta, si rimuovono delle secrezioni solidificate e si dimostra infiammazione polipoide nello sfondato inferiore del seno mascellare sinistro
6’56” – Qualsiasi porzione instabile del turbinato medio può aderire alla parete nasale laterale e deve essere rimossa
8’09” – Una delicata digitopressione sull’orbita può far protrudere il grasso orbitario attraverso interruzioni della papiracea, in questo caso solo indebolita dalla cellulite orbitaria e flottante in toto
8’25” – il microdebrider rende il basicranio più liscio possibile
9’06” – Step 7: con un sinus seeker si cerca l’ostio naturale del seno mascellare, precedentemente fenestrato attraverso una fontanella
9’31” – Anche un’ampia meatotomia può essere funzionalmente non aperta, se non comprende anche l’ostio naturale
9’43” – Addirittura una pinza a morso retrogrado tipo Stammberger può essere talvolta necessaria per aprire un’ostio naturale sclerocicatriziale, difficile da allargare verso la fontanella posteriore
10’38”: con delicata pressione esterna sull’orbita è possibile evidenziare il sacco lacrimale aperto nel precedente intervento
10’58”- Step 8: Sfenoidectomia: si apre l’etmoide posteriore per guadagnare sufficiente accesso al rostro dello sfenoide
13’48” – Ispezione del basicranio con un endoscopio a 45° per aprire ogni celletta residua
14’46” – Con una fresa a 70° diamantata sotto il controllo di una fibra ottica a 45° si rimuove ogni irregolarità dal canale naso-frontale per prevenire la stenosi post-operatoria
15’23” – Ispezione finale dell’intero emisistema sinusale sinistro con un endosocopio a 45°, che mostra la comunicazione con l’orbita a livello del sacco lacrimale aperto nel precedente intervento
15’54” – Anche se la malattia controlaterale era minima, per prevenire un suo peggioramento favorito dall’immunodepressione che segue la chirurgia, è stata eseguita una etmoidectomia anche a destra
16’19” – Dopo asportazione del terzo anteriore del turbinato medio, una uncinectomia retrograda ha rivelato delle piccole formazioni polipoidi di una iniziale etmoidite anteriore
16’55” – Per prevenire la stenosi post-operatoria della meatotomia media, anche il terzo inferiore del turbinato medio è stato asportato
17’18” – Il microdebrider rimuove ogni parte flottante del turbinato medio e migliora la cicatrizzazione
17’43” – La meatotomia media viene estesa posteriormente con un aspiratore ed allargata con il microdebrider
18’36” – Anche se la mucosa etmoidale in vista sembrava sana, con un microdebrider sono state aperte le cellette dell’agger nasi e con una curette è stato quasi completament esposto il tetto etmoidale…
19’26” – Decisamente un overtreatment… Eppure – come si vedrà in un video di prossima pubblicazione – l’emipansinusite è guarita correttamente e la cellulite orbitaria è migliorata, ma, sorprendentemente, la emipansinusite DESTRA è recidivata!
… continua…


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*